fbpx

Di ceramica, terracotta e porcellana: un piccolo viaggio tra differenze e analogie

Rifinendo_scaramaz
Come nasce uno Scaramaz? Storia di un viaggio tra terra, acqua e fuoco.
1 Febbraio 2021
5_utilizzi_scaramaz
5 cose (almeno!) che puoi fare con Scaramaz
15 Febbraio 2021

Quella della ceramica è una storia ricca di fascino fatta degli innumerevoli oggetti che popolano il nostro quotidiano ed il nostro immaginario, ma anche di diverse parole chiave.

Ceramica, porcellana, terracotta (ma anche creta, terraglia, argilla, maiolica, grès): non sempre è facile cogliere le differenze tra tanti termini, ciascuno un piccolo mondo.

E allora ci proviamo.
κέραμος, avrebbero detto i Greci per dire argilla: è ceramica qualunque prodotto fatto dunque di terra – come racconta il suo etimo – modellata con acqua, a mano, al tornio o con uno stampo, e
poi essiccata e cotta, per diventare qualunque oggetto si desideri.

Quando diciamo argilla diciamo anche creta.

Porcellana e terracotta fanno parte della grande famiglia della ceramica. Per intenderci, sono prodotti ceramici a tutti gli effetti, ma non il contrario. Se però la porcellana ha pasta compatta e
vetrificata (e sì, è per questo che la riconosciamo come traslucida nel suo diventare una brocca o una figurina), la terracotta (e con essa maioliche, faenze, terraglie) si distingue per una pasta
evidentemente porosa.

Ma cosa fa della porcellana il suo essere tale e non terracotta? E perché, per dirne una, la ceramica non è necessariamente porcellana?

Le grandi differenze sono nella composizione della materia prima ma anche nella temperatura di cottura.

La porcellana si distingue perché oltre all’argilla prevede una importante presenza di caolino (ma anche quarzo e feldspato) nella sua chimica e cuoce a temperature molte alte (intorno ai 1300°) .

La terracotta presenta al suo interno una grande componente ferrosa (e sì, è da qui che deriva il noto colore rossastro con cui la riconosciamo e cuoce invece a temperature decisamente più basse (intorno ai 1000° o poco meno).

Oggetti funzionali e di design, manufatti decorativi, prodotti per l’edilizia, tra storia, sogni, epoche e molte mani all’opera la ceramica è un viaggio che non smette mai di raccontare storie
intense e affascinanti.

Fatelo insieme a noi!

Credits foto Rossorubino